Nel weekend si è svolto il 7^ round del MCE British Superbike sul circuito inglese di Branda Hatch in versione GP dove Vittorio Iannuzzo e il team Kawasaki Gearlink sono riusciti a chiudere il weekend con un 21^esimo posto in gara 2 mettendo alle loro spalle l’ex campione del British Superbike Ryuichi Kiyonari.

Vittorio Iannuzzo: “Purtroppo partire dal fondo mi ha condizionato  soprattutto in gara 1 , mentre in gara 2 abbiamo fatto un discreto passo in avanti grazie a delle modifiche sulla moto. Ci manca ancora 1 secondo al giro per essere nelle posizioni che contano. Questo campionato è estremamente duro e competitivo, gente come Kiyonari è finita dietro di me, altri top rider fuori dalla zona punti . In 2 secondi ci sono 31 piloti, ufficiali e non. Prendo questo 21mo posto positivamente, fermo restando che io punto molto più in alto, devo solo lavorare lavorare lavorare e migliorare.”

Ufficio Stampa
Daniele Cuomo

Vittorio_Iannuzzo_BSB_British_Superbike_MCE_Gearlink_Kawasaki_Ninja_ZX10_1000_Pirelli_Inghilterra_2016_Foto_Thruxton

Nel weekend si è svolto il 6^ round del MCE British Superbike sul circuito inglese di Thruxton dove Vittorio Iannuzzo e il team Kawasaki Gearlink sono riusciti a lavorare con prestazioni in crescendo grazie all’assenza della pioggia per la prima volta durante la stagione.

Iannuzzo conclude entrambe le gare al 23^esimo posto ma i miglioramenti conseguiti in gara 2, non distante dal recordman della North West 200 Alastair Seeley, non riflettono il buon lavoro svolto dal pilota e dal team.

Vittorio Iannuzzo: “Sono contento di come è andato il fine settimana. La posizione non rispecchia i progressi che abbiamo fatto ma i tempi erano in costante miglioramento per tutto il weekend ed è stato molto divertente guidare lungo il tracciato di Thruxton e combattere con alcuni dei migliori piloti British Superbike. L’unica delusione del weekend è stata la qualifica, per il resto abbiamo lavorato davvero bene. Penso che il nostro campionato inizi oggi. Ho più esperienza sulla moto e ora ci aspettano tracciati dove ho già corso e quindi ho più conoscenza.”

Team Manager Michael de Bidaph: “Devo congratularmi con Vittorio per il suo splendido week-end. Ha migliorato costantemente i suoi tempi fino al suo miglior tempo in gara 2. Ha iniziato ad avere un buon feeling con la moto. Abbiamo fatto alcuni progressi ed i risultati non quantificano il lavoro e lo sforzo profuso. Spero che ora continuiamo con questo passo per il resto della stagione.”

 

Ufficio Stampa
Daniele Cuomo

Vittorio_Iannuzzo_BSB_British_Superbike_MCE_Gearlink_Kawasaki_Ninja_ZX10_1000_Pirelli_Inghilterra_2016_Foto_Snetterton_300

Nel weekend si è svolta il 5^ round del MCE British Superbike sul circuito inglese di Snetterton dove Vittorio Iannuzzo e il team Kawasaki Gearlink hanno incontrato vari problemi durante tutto il fine settimana.

Iannuzzo partiva dal 31^ posto in griglia di partenza a causa della condizioni meteo che hanno condizionato, anche in questo round le qualifiche, non permettendo al pilota irpino di migliorare nella giornata di sabato a causa della pioggia caduta durante il turno di qualifiche.

In gara uno è stato costretto al ritiro per un problema meccanico mentre era in 21^ posizione. In gara due, grazie ai progressi sulla moto, ha chiuso in 20^ posizione.

Vittorio Iannuzzo:”Non c’è molto da dire oggi. E’ stato un altro weekend molto duro. Non siamo stati in grado di trovare il giusto setting da permettermi di sentire meglio la moto. Mi dispiace molto, a causa di tutto il duro lavoro svolto da me e dalla squadra. Lavoriamo sodo per fare dei buoni progressi, ma non abbastanza per essere competitivi. Abbiamo bisogno di analizzare tutto e vedere cosa possiamo fare per il futuro. “

Team Manager Michael de Bidaph:“E ‘stato un altro weekend difficile per noi a Snetterton con la Superbike. Stiamo lavorando tanto per trovare il giusto set-up alla moto e permettere a Vittorio di potersi esprimere al meglio. Continueremo a lavorare sodo e a testa bassa sperando di fare qualche progresso nella prossima gara.”.

 

Ufficio Stampa
Daniele Cuomo

Vittorio_Iannuzzo_BSB_British_Superbike_MCE_Gearlink_Kawasaki_Ninja_ZX10_1000_Pirelli_Inghilterra_2016_Foto_Knockhill

Conclusa la lunga sosta per consentire ad alcune squadre e piloti di affrontare il Tourist Trophy dell’Isola di Man, il MCE British Superbike è tornato in pista questo fine settimana sui saliscendi di Knockhill. Uno short-track scozzese da poco più di 2 chilometri dove è stato ancora il meteo il fattore che lo ha contraddistinto.

Vittorio Iannuzzo alla sua prima esperienza sui saliscendi di Knockhill, ha avuto delle qualifiche tribolate chiudendo soltanto al trentunesimo posto in griglia di partenza per gara 1.
In entrambe le gare Iannuzzo dopo aver lottato contro altri piloti è stato costretto a rientrare ai box per problemi alla moto.

Vittorio Iannuzzo – “E’ stato il weekend più difficile di questa prima parte della stagione. Non abbiamo trovato un buon setting per tutto il weekend ed era impossibile per me spingere fino fondo sulla moto. Mi dispiace, per questo fine settimana non siamo stati competitivi e la squadra e gli sponsor non meritano questo. Dobbiamo continuare a rimanere positivi e concentrati da così tornare forti già Snetterton.”

Team Manager Michael de Bidaph – “E’ stato davvero un weekend difficile per il tutto il team a Knockhill. La sfortuna sembra continuare, non ci sono problemi evidenti, ma noi continuiamo a lavorare duramente per permettere a Vittorio di raggiungere i risultati alla nostra portata già da Snetterton.”

Ufficio Stampa
Daniele Cuomo

Vittorio_Iannuzzo_BSB_British_Superbike_MCE_Gearlink_Kawasaki_Ninja_ZX10_1000_Pirelli_Inghilterra_2016_Foto_Brands_Hatch_Indy

Vittorio Iannuzzo ha avuto un weekend difficile sul corto circuito di Brands Hatch per il terzo round del MCE British Superbike. Dopo aver disputato delle buone qualifiche, mancando la Q2 per pochi decimi, in gara 1 è stato coinvolto in una carambola alla Druids. Il pilota James Rispoli scivola travolgendo nella caduta Jenny Tinmouth, che a sua volta travolge Vittorio. Per precauzione sia Rispoli che Vittorio vengono portati al centro medico e dichiarati idonei a guidare per gara 2. Sulla griglia di partenza della seconda gara, il team ha notato un problema sulla moto. La moto viene portata fuori dalla griglia e Vittorio è costretto a partire dalla pit-lane. Dopo una bella rimonta, recupera posizioni fino a quando ha dovuto tirare i remi in barca a causa dei postumi della caduta in gara 1 concludendo la gara in 20ma posizione.

Vittorio Iannuzzo – “Può sembrare strano, ma torno a casa soddisfatto e carico dopo questo weekend. Anche se non abbiamo ottenuto il risultato finale che meritavamo, siamo stati competitivi in tutte le sessioni e molto vicino ai tempi dei migliori. Abbiamo perso l’ingresso in Q2 per soli due decimi di secondo e con un distacco di soli otto decimi dalla pole. Purtroppo quello che è successo in gara 1, dove sono stato “abbattuto” involontariamente da 2 piloti, sono cose che possono capitare. E’ un incidente di gara. Nella seconda gara, la squadra ha lavorato molto duramente per consentirmi di essere presente, ma a causa di un piccolo problema tecnico siamo stati costretti a partire dalla pit-lane. Ho recuperato fin che ho potuto, ma la caduta in gara 1 si è fatta sentire e ho dovuto tirare i remi in barca accontentandomi di concludere la gara in 20ma posizione. Voglio ringraziare il team Kawasaki Gearlink per tutto il loro lavoro svolto questo fine settimana. Stiamo facendo progressi e i frutti si vedranno per il resto dell’anno.”

Team Manager Michael de Bidaph – “Siamo molto felici di come stiamo progredendo con Vittorio. Ogni giro, ogni sessione ci sono miglioramenti che attestano che stiamo andando nella giusta direzione. Vittorio ha ottenuto una buona posizione in qualifica, ma purtroppo è stata vittima di un incidente in gara 1 dove la caduta è stato molto “dura”, ma la sua grinta e determinazione lo hanno spinto ad essere presente in gara 2. Peccato per il problema alla moto sullo schieramento. Il team ha lavorato duramente per risolvere il problema e consentire al pilota di partire dalla pit-lane. Nonostante i dolori, dovuti alla caduta, ha portato a termine la gara concludendo in 20ma posizione.”

Ufficio Stampa
Daniele Cuomo

Vittorio_Iannuzzo_BSB_British_Superbike_MCE_Gearlink_Kawasaki_Ninja_ZX10_1000_Pirelli_Inghilterra_2016_Foto_Oulton_Park

Il meteo ha condizionato l’intero secondo round del MCE British Superbike sul circuito inglese di Oulton Park. Per Vittorio Iannuzzo era la prima volta su questo tracciato inglese, sul quale aveva effettuato soltanto una giornata di test la settimana scorsa, ma i dati racconti dal team e da Vittorio sono serviti a ben poco perchè la pista mutava le sue condizioni in modo repentino.

Dopo le qualifiche difficile a causa delle pessime condizioni, la domenica mattina si era presentata con il sole, ed il warm-up si è svolto su pista che man mano tendeva ad asciugarsi.
Poco prima della partenza sul circuito inglese ha fatto capolinea la grandine, mettendo quasi in discussione la partenza. Al momento dello schieramento la pista era bagnata, c’è stata una vera lotteria nella scelte delle gomme per tutti i piloti e team.

Vittorio Iannuzzo: “Dura anzi DURISSIMA. Weekend tutto in salita, con una pista che cambiava ogni dieci minuti, passando dall’asciutto al bagnato. Circuito estremamente impegnativo. E’ stato veramente difficile trovare un buon setting della moto e buon feeling. La caduta in gara 1 ha complicato tutto, mentre in gara 2, siamo partiti con un mix di gomma anteriore da bagnato e posteriore asciutto. Purtroppo l’asfalto si è asciugato dopo poco giri. Abbiamo concluso la gara in 18° posizione che è servito a farci immagazzinare ulteriori dati e a farmi prendere ancora più feeling in queste condizioni molto estreme. Resto molto positivo e credo che molto presto incominceremo a raccogliere anche qualche buon risultato che meritiamo. Un mega grazie a tutto lo staff del Gearlink Kawasaki Team per aver in poco meno di 2 ore, riparato la moto in modo impeccabile e avermi dato la possibilità di ripresentarmi al via. IO NON MOLLO.”

Team Manager Michael de Bidaph: “Vittorio, ancora una volta, ha lavorato sodo dimostrando notevoli progressi su una pista dove non aveva mai corso prima di questo weekend. Vittorio non si arrende mai, ed è un vero vanto per lui, speriamo di poter migliorare e continuare a supportarlo massimo per il resto della stagione.

Ufficio Stampa
Daniele Cuomo

Vittorio_Iannuzzo_BSB_British_Superbike_MCE_Gearlink_Kawasaki_Ninja_ZX10_1000_Pirelli_Inghilterra_2016_Foto_Silverstone_GP

Nel weekend si è svolto il primo round del  MCE British Superbike sul circuito inglese di Silverstone dove Vittorio Iannuzzo e il team Kawasaki Gearlink sono scesi in pista con condizioni climatiche estremamente difficili a causa dei continui cambiamenti meteo che mutavano dal bagnato all’asciutto ed un freddo pungente che caratterizzava tutte le sessioni.

Vittorio ha lavorato duramente per tutto il weekend e nonostante la mancanza di tempo in pista è stato in grado di finire entrambe le gare in  21° e 20° posizione.

Vittorio Iannuzzo:”E ‘stato davvero difficile iniziare la stagione in queste condizioni per noi. Avevamo bisogno di tempo in pista disperatamente, ma a causa del tempo non era possibile. Ho lottato durante nelle qualifiche, ma la sensazione sulla moto per me non era ancora perfetta. Durante le gare abbiamo fatto dei buoni progressi e alcuni passi enormi in avanti, questo mi rende molto felice e positivo per il resto del campionato. Voglio dire grazie a tutta la mia squadra e soprattutto a Michael e Norma che mi hanno fatto sentire di benvenuto nella loro squadra Gearlink Kawasaki.

Team Manager Michael de Bidaph – “E ‘stato un fine settimana misto per il team Kawasaki Gearlink. Sappiamo che la situazione con la pista e il tempo era la stessa per tutti, ma è mancato qualche giro in pista. Sono contento dei progressi che abbiamo fatto nella classe Superbike con Vittorio. I risultati certamente non riflettono lo sforzo che è stato messo in pista, né i progressi che abbiamo fatto con la moto. Abbiamo ottenuto risultati nelle gare al di sotto del nostro potenziale. Considerando la mancanza di tempo in pista, Vittorio ha guidato in modo straordinario e speriamo di continuare su questa strada nel prossimo round ad Oulton Park “.

 

Ufficio Stampa
Daniele Cuomo

MCE Insurance British Superbike 2016

Round 1 – Silverstone GP – 08-10 Aprile 2016
Round 2 – Oulton Park – 30 Aprile -02 Maggio 2016
Round 3 – Brands Hatch Indy – 20-22 Maggio 2016
Round 4 – Knockhill – 24-26 Giugno 2016
Round 5 – Snetterton 300 – 08-10 Luglio 2016
Round 6 – Thruxton – 22-24 Luglio 2016
Round 7 – Brands Hatch GP – 05-07 Agosto 2016
Round 8 – Cadwell Park – 27-29 Agosto 2016
Round 9 – Outlon Park – 09-11 Settembre 2016
Round 10 – Donington Park GP – 16-18 Settembre 2016
Round 11 – TT Circuit Assen – 30 Settembre – 02 Ottobre 2016
Round 12 – Brands Hatch GP – 14-16 Ottobre 2016

image

Vittorio Iannuzzo ritornerà tra le file del MCE  British Superbike Championship per la sua prima stagione completa nella serie inglese tra le file del team Gearlink Kawasaki e sarà il nono rappresentante del line-up del team per il 2016.

L’esperto ex campione dell’europeo STK1000 ha fatto il suo debutto nel  British Championship la passata stagione con diverse apparizioni, ma non vede l’ora di iniziare questa opportunità di lavorare con il team.

Iannuzzo afferma:  “Sono orgoglioso di far parte di questo team perché è uno dei top team nella Supersport inglese. Quando ci siamo incontrati ho subito avuto il sentore che mirassero ad esserlo nella Superbike e insieme abbiamo grandi obiettivi per questa stagione. Ci sono ottime persone a far parte del team, ed abbiamo già iniziato a metter giu delle date per i test. L’ulitma volta che ho guidato una Kawasaki è stato nel 2008, ma è stato molto tempo fa perciò non penso sia possibile mettere a confronto  le cose. Ho molta più esperienza ora e saremo prontissimi per il primo round.
Abbiamo molto lavoro da fare quest’anno per raggiungere dei risultati ma non vedo l’ora. Sappiamo che la BSB è uno dei campionati piu difficili del monto, con cosi tanti team e piloti di alto libello. L’obiettivo è di fare progressi gara dopo gara.”

Il team owner Michael de Bidaph ha commentato: “Sono molto felice dell’accordo raggiunto con Vittorio per la stagione 2016 nella BSB. Ero in contatto con lui sin dall’anno scorso ma al tempo aveva altri impegni. Son contento di poter adesso  lavorare insieme. Sarà sicuramente una sfida per entrambi, specialmente visto che Vittorio non ha molta esperienza con i circuiti inglesi, ma sono fiducioso che con la passione e la volontà di aver successo, saremo in grado di fare un’ottima stagione”.

image

Terzo debutto stagionale per Vittorio Iannuzzo, dopo quelli inglesi in Supersport e in Superbike, oggi, il lupetto avellinese è sceso in pista sul circuito olandese di Assen per la prima volta tra le derivate di serie del campionato tedesco in sella alla Suzuki GSX-R 1000 del HPC RACING TEAM per la prima volta gommata Pirelli dopo 3 stagioni di gomme Dunlop.

Due partenze non troppo brillanti hanno condizionato le due gare, chiuse con il 7 e 9 posto di categoria,  perché nel campionato tedesco le Superbike corrono insieme alle Stock1000.

“E’ stato un ottimo test – esordisce Iannuzzo – ho disputato 2 gare con ottimi tempi girando in 1.38.8 con gomme da gara. I pochi km sulla moto si sono fatti sentire e le due partenze non troppo brillanti hanno condizionato il risultato finale. Sono amareggiato per il risultato perché meritavamo molto di più per il lavoro fatto durante il weekend, ma sono comunque molto contento del weekend e ringrazio il team HPC e la Suzuki perché con loro ho ritrovato un ottimo ambiente con molta professionalità. Ringrazio anche i miei sponsor. Sul fronte Inglese, sono in attesa di notizie per il preseguo del campionatoma nel frattempo spero di potermi rimettere in gioco ancora con la Suzuki  nel round finale di Hochenheim.”