Nel weekend si è svolto il quarto round dell’Internationale Deutsche Motorradmeisterschaft sul circuito olandese di Assen. Per Vittorio Iannuzzo è stato un ritorno in sella dopo aver saltato il terzo round del campionato per essere vicino alla famiglia in un momento molto difficile.

Il pilota irpino è rientrato molto determinato e subito competitivo conquistando un’ottima quarta posizione in griglia ad un solo decimo dalla prima fila.

Il risultato delle qualifiche faceva ben sperare Vittorio per delle gare in lotta per il podio ma un setting non proprio adatto ha causato la caduta in gara 1 ed un 10^ posto in gara 2.

Al termine del quanrto round dell’Internationale Deutsche Motorradmeisterschaft Vittorio Iannuzzo occupa la 16^ posizione nella classifica pilota.

Vittorio Iannuzzo:Peccato, – esordisce il pilota irpino – il setting che avevamo raggiunto durante le prove è risultato essere molto buono per la qualifica ma troppo estremo per la distanza della gara. Questo ha penalizzato le nostre gare. Peccato perché il podio era alla portata in entrambe le gare. In gara 1 non ho mollato, spingendo tanto, e per questo motivo sono caduto a causa dell’anteriore che mi ha abbandonato. In gara 2, mentre ero in lotta, ho dovuto alzare il ritmo di oltre un secondo per non cadere e portare a casa punti per il campionato. Mi dispiace non aver concretizzato l’ottima prestazione in qualifica. Volevo un bel risultato per me e per il team dopo aver saltato l’ultimo round e ripagarli per l’affetto e la vicinanza che hanno dimostrato in questo ultimo periodo. Sono molto positivo per il prosieguo del campionato perché ormai ci siamo quasi. Ora partiamo subito perchè domenica siamo nuovamente in pista per il 5^ round sul circuito del Lausitzring“.

Ufficio Stampa
Daniele Cuomo

Nel weekend si è svolto il secondo round dell’Internationale Deutsche Motorradmeisterschaft sul circuito di Zolder situtato in Belgio.
Per il pilota irpino, Campione Europeo Superstock 1000 Vittorio Iannuzzo, è stato un weekend alla continua ricerca del miglior setting della nuovissima Suzuki GSX-R 1000 del HPC-Power Suzuki Racing Team.

Vittorio ha lavorato duramente, insieme al team, per riuscire a trovare il miglior compresso con la moto. Il risultato delle qualifiche è stato un 15^ posto che non ripaga dei sacrifici effettuati duranti i turni di qualifiche.
In gara 1 si sono presentati dei problemi che hanno costretto Vittorio a ritirarsi dopo pochi giri.
In gara 2, sfruttando il lavoro delle qualifiche è riuscito a portare a casa un 16^ posto che non soddisfa il pilota iripino.

Al termine del secondo round dell’Internationale Deutsche Motorradmeisterschaft Vittorio Iannuzzo occupa la 14^ posizione nella classifica pilota.

Vittorio Iannuzzo:Durante tutto il weekend qualcosa non ha funzionato. Non ho trovato la giusta velocità. Ho provato troppi assetti, abbiamo cambiato spesso la moto senza mai trovare la quadra. Succede anche questo quando si sviluppa una moto nuova. Un P16 che non soddisfa nessuno. Ho lottato con la moto tutto il weekend, in compenso, abbiamo accumulato km e raccolto dati che aiuteranno a rifarmi già dalla prossima gara. Ringrazio il mio team e tutte le persone che mi supportano.”

Ufficio Stampa
Daniele Cuomo

Nel weekend si è svolto il primo round dell’Internationale Deutsche Motorradmeisterschaft sul circuito tedesco del Nürburgring. Per Vittorio Iannuzzo si tratta di un ritorno in questo campionato ma ,al tempo stesso, c’è l’esordio in gara della nuova Suzuki GSX-R 1000 del HPC-Power Suzuki Racing Team.

Dopo aver disputato delle ottime prove libere, Vittorio è incappato in una scivolata nel corso quelle qualifiche 2 relegandolo in 15esima posizione per la griglia di partenza.
Gara 1 si è disputata in condizioni non ottimali. Si è partiti con asfalto bagnato che, col passare dei giri, è andato asciugandosi e chiudendo al 6^ posto.
Gara 2 è stata condizionata da un problema al cambio concludendo in 12^ posizione.

Vittorio Iannuzzo:Sono abbastanza contento del weekend – esordisce Iannuzzo -. Pensavo che dovevamo faticare molto di più e non mi aspettavo la competitività dimostrata. La moto è molto nuova e non abbiamo la giusta conoscenza. Sabato nelle Q1 abbiamo fatto un buon tempo che permetteva di partire dalla seconda fila. Un tempo che nel pomeriggio avrei sicuramente migliorato ma una caduta nel giro con la gomma da tempo ha vanificato tutto il lavoro e condizionato le partenze per le gare. In gara 1 abbiamo effettuato una grande partenza arrivando subito a ridosso della 5 posizione. La pista era bagnata ma sul finale ha iniziato ad asciugarsi ed ho perso la possibilità di giocarmi il podio. In gara 2 abbiamo patito un problema col cambio. Per evitare errori ho dovuto cambiare lo stile di guida adeguandomi al problema. Anche in gara 2, senza il problema al cambio, avevo il passo per essere insieme al 4/5 in pista. Peccato, mi dispiace però è solo la prima uscita, la moto è nuova, e questi problemi possono capitare. Prima della prossima gara al Lausitzring il 2 Luglio, insieme alla mia squadra saremo in pista, il prossimo weekend, per una gara test nell’ELF CIV 2017 per il 3/4 round sul circuito Marco Simoncelli di Misano Adriatico dove proveremo ad accumulare km testando la moto in condizioni di caldo.

Ufficio Stampa
Daniele Cuomo

Vittorio Iannuzzo e la sua nuovissima Suzuki GSX-R 1000 del HPC-Power Suzuki Racing Team sono scesi in pista nel corso della settimana per i primi collaudi in vista dell’esordio nell’Internationale Deutsche Motorradmeisterschaft nella categoria Superbike previsto per questo week-end sul circuito del Nürburgring.

Il pilota irpino, Campione Europeo Superstock 1000, ha preso contatto per la prima volta con la GSX-R 1000 proprio sul circuito del Nürburgring in una giornata di test organizzata dal team in vista dell’esordio stagionale. Il meteo ha svolto un ruolo fondamentale, tanto che Iannuzzo ha effettuato solo 4 giri a causa dell’incessante pioggia abbattutasi sulla pista.

Il team ed il pilota sono corsi ai ripari effettuando altri 3 giorni di test, spostandosi dopo 2 giorni, sul circuito di Oschersleben. Il meteo, in questa tre giorni, ha concesso al pilota di effettuare alcuni turni su pista asciutta saggiando le doti di questa nuova belva della casa di Hamamatsu.

Diciamo che siamo arrivati “last minute” con la preparazione della moto – ammette Vittorio Iannuzzo -. La moto è arrivata tardi, credo che siamo al 60/70 % del nostro potenziale. Abbiamo bisogno di fare km e raccogliere dati da così avere più materiale su cui lavorare. Ci sono delle novità sulla moto che il team porterà durante le prossime settimane. La prima gara è alle porte. Sarà un test per capire effettivamente il nostro livello comparato con gli avversari. C’è da tener conto che il regolamento IDM 2017 è cambiato e la moto è molto vicina ad una stock, quindi si può intervenire poco. Con l’ingresso del nuovo organizzatore del campionato è cambiato anche il format. Questo crea tante incognite, quindi ad oggi, è davvero difficile dire cosa aspettarsi. Gli avversari sono forti e con ottimi team. C’è il ritorno di Reiterberger su tutti, ma noi siamo pronti e proveremo fin da subito a dare il massimo e spero, entro un paio di gare, di essere nel gruppo che conta.”

Venerdì con l’accendersi del semaforo verde inizierà la nuova stagione del nostro pilota in terra teutonica.

Ufficio Stampa
Daniele Cuomo

Vittorio Iannuzzo ritorna nell’Internationale Deutsche Motorradmeisterschaft con il team HPC-Power Suzuki Racing Team e la nuovissima Suzuki GSX-R 1000 nella categoria Superbike.

Per Ianuzzo si tratta di un ritorno tra le file del team riferimento della casa di Hamamatsu nel campionato teutonico. Nel 2014 ha gareggiato con HPC nella categoria Supersport, mentre nel 2015 ha esordito in Superbike nelle gare disputate sullo spettacolare circuito olandese di Assen.

Oltre a Vittorio, il team HPC-Power Suzuki Racing Team, schiererà Dominic Schmitter.

Vittorio Iannuzzo:”Sono felice di ritornare a far parte di questo team perché è uno dei migliori nella Superbike tedesca. Ci sono delle ottime persone ed abbiamo già iniziato a metter giu le basi per i test. Abbiamo molto lavoro da fare quest’anno, la moto è nuova ed abbiamo bisogno di raccogliere molti dati. Sappiamo che l’IDM è un campionato difficile. L’obiettivo è di fare progressi gara dopo gara. Sono carico e pronto per la nuova stagione.“

Team manager – Denis Hertrampf: “La sfida nel 2017 sarà quella di ottenere quanti più dati possibile dalla nuova GSX-R 1000 e renderla veloce al più presto. Vittorio, è un pilota molto veloce, ha un sacco di esperienza nello sviluppare una nuova moto. La sua esperienza sarà importante nel programma di sviluppo della Suzuki GSX-R 1000.”

 

Ufficio Stampa
Daniele Cuomo